Investire 500 euro su Viventor

Investire 500 euro su Viventor è una scelta da valutare con molta attenzione, tenendo conto dei pro (diversificazione degli investimenti in altre forme oltre alle solite conosciute) e dei contro (rischi connessi con l’operazione).

Viventor è una delle numerose “lending marketplace” che fungono da servizio di “peer2peer lending” per chi vuole richiedere un prestito tra privati (quindi non utilizzando i classici canali bancari o finanziarie) e chi vuole investire denaro finanziando questi prestiti ottenendo ritorni molto interessanti (rispetto ad altre forme di investimento tradizionali), dandone la possibilità ai residenti in Europa. Ha sede a Riga in Latvia.

Viventor è citata anche nella recente pubblicazione Quaderni Fintech di Consob Marketplace Lending del 5 luglio 2019

Vediamo quindi più da vicino come fare per investire 500 euro con Viventor (è possibile investire anche cifre maggiori, ma è consigliabile iniziare per vedere il funzionamento).

Innanzitutto è necessario registrarsi sul sito: www.viventor.com (clicca qui) inserendo i propri dati anagrafici e caricando documenti che comprovino l’identità e la residenza. La procedura è sicura, semplice e chiara e molto veloce.

Una volta attivato il conto, è possibile bonificare l’importo sul conto indicato da Viventor, utilizzando l’iban ed il codice Bic forniti e ricordando tassativamente di indicare nella causale il riferimento al proprio numero di conto (Il conto cambierà da fine settembre e quindi fate attenzione a quello che viene indicato nella mail che ricevete).

Basta attendere qualche giorno perché venga registrato l’accredito sul proprio conto su Viventor e la somma è pronta per essere investita.

Viventor ha una interfaccia molto semplice e consente di filtrare le offerte sulle quali investire in modo rapido, ottenendo tutte le informazioni relative al prestito che il debitore ha richiesto, come il tipo di prestito, la data di rilascio e la data di scadenza, la società che lo ha concesso, l’importo concesso ed il residuo, le rate pagate, le garanzie, il rapporto LTV e il tasso di interesse pattuito. Controllando nella colonna disponibile per investire, viene indicato l’importo massimo disponibile per quel prestito.

Cliccando sul tasto giallo INVEST, accediamo invece alle informazioni dettagliate sul prestito sul quale andremo ad investire con dati relativi alle garanzie e alle rate.

Un’altra opzione molto interessante è data dall’AUTOINVEST di Viventor che permette di generare un portafoglio di investimenti in base a caratteristiche che decidiamo e che provvede a generare acquisti e gestire le scadenze con reinvestimenti.

Vai su Viventor per maggiori informazioni (clicca qui) .